Assofluid
Associazione Italiana dei Costruttori ed Operatori del Settore Oleoidraulico e Pneumatico

IEG

IEG

IEG: LA RISPOSTA AD OGNI ESIGENZA

La forza della F.lli Giacomello s.n.c. è stata da sempre la capacità di instaurare un rapporto unico e privilegiato con il cliente. Questa peculiarità porta l’azienda a personalizzare e sviluppare insieme al suo interlocutore il livello adatto a ogni esigenza e condizione di impiego, come accade per gli IEG: livelli realizzati su misura del cliente, per lunghezze e punti di intervento.

Gli IEG sono indicatori di livello elettromagnetici a uno o più contatti con attacchi filettati o flangiati. Sono costruiti per garantire con la massima sicurezza il monitoraggio dei punti di controllo nei serbatoi. Questi livelli si adattano a serbatoi contenenti liquidi compatibili con il tubo di ottone, quali oli idraulici o lubrificanti  (purchè di densità non superiore a 80° E), petroli e così via e per quantitativi adeguati si eseguono con flangiature a disegno del cliente.

Ma come funziona l’IEG?

Quando il galleggiante dell’indicatore nella sua corsa incontra l’interruttore Reed incorporato nel punto prestabilito, il contatto, sollecitato dal magnete alloggiato nel galleggiante, si apre o si chiude, avendo così la possibilità di inviare a distanza un segnale di richiamo luminoso, acustico od attivare o interrompere qualsiasi apparecchiatura elettrica ad esso collegato. Il montaggio dell’indicatore deve essere effettuato in posizione verticale, con l’avvertenza che il galleggiante disti dalle superfici ferrose (pareti, serbatoi etc.) minimo 35mm.

 

Precisione e funzionalità, punti di controllo singoli o multipli, materiali diversi per soddisfare le varie richieste di applicazione sono tutte caratteristiche che fanno di questo livello la risposta migliore ad ogni esigenza.